Eventi Aprile

05 Apr 2020

I PROVERBI

(Milano)

I PROVERBI
Brevi trattati di filosofia scritti da autori ignoti
Incontri mensili con Igor Sibaldi

Quando: Lunedì 10 febbraio 2020 – Lunedì 9 marzo 2020 – Lunedì 6 aprile 2020 – Lunedì 11 maggio 2020
Ore: 19:00-21:00
Dove: Anima Edizioni – Corso Vercelli, 56 – 20145 Milano

Prenotazione obbligatoria al numero di tel. 3388 906 669 (dal lunedì al venerdì, ore 10.00–12.00) oppure inviare una mail a eventi.anima@gmail.com indicando il proprio nome, cognome e numero di telefono.

Posti limitati

Costo per ogni serata: Euro 30+iva

Presentazione

I proverbi sopravvivono per secoli, a volte addirittura per millenni, semplicemente passando di bocca in bocca. Nessun'altra opera letteraria ha altrettanta vitalità: per durare, uno scrittore chiede di essere pubblicato, conservato da specialisti e spiegato da esperti. I proverbi, invece, a volte si spiegano da soli, altre volte si tramandano anche tra persone che non li capiscono più. Noi siamo sicuri di avere ben compreso il senso di “Chi si loda s'imbroda”, o “Né di venere né di marte”, o di tanti altri proverbi che conosciamo fin da bambini? Vedremo, in queste serate, che anche i proverbi apparentemente più semplici hanno da dirci più di quel che pensiamo.

31 Mar 2020

IL PECCATO

(Milano)

Per tutte le religioni, i peccati sono soltanto le azioni che i sacerdoti condannano. Ma per ciascuno di noi, la questione è sempre stata molto più complessa e molto più interessante. È il principale conflitto della nostra esistenza: da un lato, ci avvia verso il senso di colpa, che è la più diffusa tra le malattie mentali; dall’altro, ravviva  la nostra aspirazione alla libertà – ogni volta che qualcuno chiama “peccato” ciò che a noi, invece, sembra desiderabile. Ma ogni conflitto diventa una sorgente di energia creativa, se solo si prova a chiarire in che cosa consiste davvero. Ed è ciò che faremo in queste serate, non solo con l’antichissima idea di peccato ma con quelle (ancora più potenti) di ERRORE e di GIUSTIZIA. E nelle scoperte che qui si compiono, non ce n’è una che non si trasformi subito in un cambiamento radicale della nostra visione del mondo e di noi stessi.

CALENDARIO INCONTRI

ore 18.30 – 21.00

Lunedì 2 MARZO

Mercoledì 1 APRILE

Mercoledì 6 MAGGIO

Mercoledì 3 GIUGNO

€ 20 cad (+ tessera associativa)

Promozione. Se acquisti il pacchetto completo delle 4 serate avrai € 10 di sconto sul totale! 

Sede:   Libreria Esoterica Ecumenica

Telefono Sede: 02.72080619

Indirizzo: Galleria Unione, 1, Milano, 20122

03 Apr 2020

OLTRE I 101 DESIDERI

(Trieste)

📅 Sabato 4 Aprile
📍Trieste

Molti di noi vivono con l’ansia di trovare qualcosa di indefinito, nell'impazienza di un’occasione mai arrivata. Cerchiamo risposte all'esterno e siamo sempre accompagnati dalla paura del futuro, di non sentirci accettati, di trovarci soli, ancorati a un passato ingombrante di cui ci sentiamo prigionieri.

Hai mai avuto la sensazione che vi sia qualcosa di più di quel che, per ora, le stelle ti hanno riservato?
Lo scrittore e filologo Igor Sibaldi ci ha mostrato che desiderare è un atto stupendo e coraggioso. E lo ha fatto con una tecnica, la Tecnica dei 101 Desideri, che ci ha permesso di scorgere insoddisfazione e nella scontentezza una scintilla di speranza, quella che ci fa sussurrare:

Posso desiderare anche io.
Posso desiderare veramente qualcosa per me.

Solo smettendo di soffocare i nostri desideri riusciremo ad andare oltre i sensi di colpa e i rimorsi, donandoci finalmente quell'occasione che aspettavamo.
Desiderare è una parola bellissima. E scoprire cosa c’è dietro l’atto di desiderare lo è ancora di più, è come recarsi dietro le quinte di un teatro: si aprono prospettive nuove.

Con il nuovo seminario, lo scrittore e filologo Igor Sibaldi ci conduce Oltre i Desideri.
Oltre è “dietro le quinte”, dove puoi scoprire come funzionano i desideri, per trasformarli e farli diventare 10 volte più grandi. Oltre significa anche “più avanti, più in là dei desideri”.

✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥

IGOR SIBALDI
Scrittore, filologo e studioso di teologia, ha pubblicato con successo diversi libri per Mondadori, Garzanti e Sperling & Kupfer.

La sua principale area di studio è la psicologia del profondo.
Ha studiato le aree extratemporali della mente (I Maestri Invisibili, Mondadori), le tecniche di iniziazione (Il Mondo Invisibile, Sperling), l’angelologia o psicologia delle funzioni superiori (Libro degli Angeli, Sperling), le strutture dell’Io (Libro della Personalità, Sperling), la psicologia delle masse (Libro delle Epoche, Sperling) e la speciazione culturale (La Specie Nuova, Roi Edizioni).

✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥✥

Il programma e i contenuti del seminario che si terrà
Sabato 4 Aprile a Trieste

9:30 – 11:40
Chi e che cosa ci proibisce di desiderare, come disobbedire a queste proibizioni e come individuare i limiti dei nostri desideri e superarli

11:40 – 12:00 Pausa

12:00 – 13:30
Come si trasforma il mondo quando si comincia a desiderare e come non temere questa trasformazione

13:30 – 14:45 Pausa Pranzo

14:45 – 16:30
L’evoluzione della Tecnica dei 101 Desideri: cosa si cela oltre l’atto di desiderare, come funzionano i desideri, come puoi trasformarli e farli diventare 10 volte più grandi

16:30 – 17:30 Firma Copie

Prenota ora i posti migliori 👉 https://bit.ly/2nlhbSi

04 Apr 2020

PINOCCHIO SEGRETO

(Bologna)

Altro che un libro per bambini. Le avventure di un burattino è nientemeno che la storia di un'incarnazione, una specie di sequel dei Vangeli. Un essere misterioso nascosto in un pezzo di legno vuole diventare un ragazzino, e trova il modo nonostante tutto e tutti. «Spaccate il legno e io sono lì dentro» leggiamo nel Vangelo di Tommaso. E l'incarnazione richiede il superamento di una serie di prove iniziatiche, che Collodi descrive con precisione, e che valgono per tutti.

Proprio come se in tutti noi ci fosse un essere straordinario, prigioniero, che vuole cominciare a vivere.

Vedremo come, e quali sono i nemici, quali gli aiutanti, quali le soluzioni.

Dove & Quando

Domenica 5 aprile 2020 dalle 16.00 alle 18.30

Apertura ingressi dalle 15.00

c/o Foyer 234, Teatro delle Celebrazioni - Via Saragozza , 234 - Bologna

Agevolazioni

Incontro a posti limitati, per partecipare è necessaria la prenotazione/pagamento anticipato. ​

Gli iscritti Ars Divina godono di un trattamento di riguardo:

  1. Le prenotazioni saranno aperte in anteprima rispetto alla vendita su circuito Vivaticket del teatro, questo ti garantirà i posti migliori poiché

  2. verranno tutti assegnati in ordine di data/ora della prenotazione. 

  3. Prenotando tramite l'associazione il contributo sarà agevolato rispetto all'acquisto gestito dal teatro tramite Vivaticket o la loro biglietteria.

  4. Una sorpresa per te.

Per iscriverti all'associazione prenota dal nostro sito il tuo posto e segui le istruzioni che riceverai per email.​

Please reload

 
 
 
 
 
 
 
 
 

EVENTI Febbraio

31 Jan 2020

INNAMORARSI E FARE INNAMORARE

(Padova)

“Ho sbagliato tutto.” Quante volte lo ripetiamo a noi stessi, pensando alla persona che amiamo, che ci fa disperare, gettandoci in uno sconforto che non conosce sollievo? Spesso le persone a noi vicine si lanciano in tentativi di analisi (dalla sindrome della crocerossina a “sei troppo buono, si approfitta di te”) che non ci conducono a niente, se non alla sublimazione del nostro dolore. È facilissimo trasformare una cosa bella come l’amore in uno strumento di sofferenza. 
Come?

Quando cadiamo nella trappola di un amore impossibile, innamorandoci di chi non ci corrisponde. Quando troviamo la persona giusta, ma abbiamo paura d’amare, di lasciarci andare e di “perdere la testa”. Oppure quando, finalmente, ci innamoriamo perdutamente di una persona che ci corrisponde, ma va tutto storto. La verità è che l’amore può mettere in moto energie molto potenti che ci fanno scoprire parti di noi che non conoscevamo, spaventandoci terribilmente.Lo sappiamo, è facile avere amori impossibili e infelici, difficile avere amori felici e di successo: ciò vale nelle idee, nella creatività, come nelle carriere. Invece l’amore è il più grande strumento a nostra disposizione per conoscere chi siamo davvero,  quindi non possiamo amare se non siamo curiosi di conoscere ciò che è nascosto dentro di noi. L’amore, infatti, può renderci “geniali” e creativi, occorre solo vincere la paura di scoprire chi potremmo diventare, cosa saremmo capaci di fare e dove potrebbe portarci la nostra piena realizzazione. Riuscirci significa cominciare all’improvviso a cambiare in meglio, a moltiplicare obiettivi e aspirazioni e a trovare la forza di raggiungerli: il vero innamoramento è questo.

Ed è anche la voglia di mettersi alla prova, di splendere, di piacere irresistibilmente, di fidarsi, innanzitutto, di se stessi: cose solitamente difficili, che per gli innamorati diventano facili, spontanee. Si tratta di innamorarsi. E di far innamorare.

01 Feb 2020

PREGARE - Come non esitare

(Trieste)

PREGARE
Come non esitare.
Domenica 2 febbraio, seminario.
Info qui:
https://www.lupoecontadino.it/eventi/igor-sibaldi-pregare-2020

* * *
«Nel futuro stanno per succedere tante cose, tutte egualmente probabili; e tu, mettendoti in direzione di una di queste cose (quella che davvero desideri), ne aumenti la forza e, al contempo, cominci ad assumertene la responsabilità, a prepararti ad esserne all'altezza.»
Igor Sibaldi – Pregare
Come non esitare.

Info e prenotazioni, qui:
https://www.lupoecontadino.it/eventi/igor-sibaldi-pregare-2020/trieste/

05 Feb 2020

I MAESTRI INVISIBILI

(Roma)

Probabilmente capita anche a te di imbatterti in strane coincidenze, di avere precognizioni che ti spaventano perché non sai come spiegarle, o di avere un déjà-vu, quella strana sensazione in cui sapevi già cosa stesse succedendo. Questa dimensione della psiche è vicinissima, frequentissima e ci si può affacciare ad essa, scoprendo quelli che vengono definiti “momenti di ispirazione”.E se potessimo non lasciare al caso questi momenti di ispirazione?Se potessimo scoprire da dove arrivano, dove portano e come si suscitano?E se potessimo invocarli quando lo desideriamo?È possibile accedere a questa particolare area della mente, chiamata “dei Maestri Invisibili”, in cui puoi non lasciare al caso quei momenti di ispirazione, di precognizione e di coincidenze bellissime che ogni tanto si affacciano nella tua vita. 

Alcuni punti del programma:

- Stabilire una solida connessione con le aree superiori della psiche

- Individuare e superare i blocchi che impediscono di usarle e come verificare l’esattezza delle informazioni che se ne ottengono

- Gestire nella vita pratica l’ampliamento di orizzonti che quelle aree producono

- Andare oltre le potenzialità scoperte

Orari:

  • Giovedì 6 febbraio - Ore 19.00-21.00

  • Venerdi 7 febbraio - Ore 19.00-21.00

  • Sabato 8 febbraio  - Ore 10.00-19.00

  • Domenica 9 febbraio - Ore 10.00-19.00


LA SERATA DI GIOVEDI, PARTE INIZIALE DEL SEMINARIO,  E' APERTA COME CONFERENZA A TUTTO IL PUBBLICO.

09 Feb 2020

I PROVERBI

(Milano)

I PROVERBI
Brevi trattati di filosofia scritti da autori ignoti
Incontri mensili con Igor Sibaldi

Quando: Lunedì 10 febbraio 2020 – Lunedì 9 marzo 2020 – Lunedì 6 aprile 2020 – Lunedì 11 maggio 2020
Ore: 19:00-21:00
Dove: Anima Edizioni – Corso Vercelli, 56 – 20145 Milano

Prenotazione obbligatoria al numero di tel. 3388 906 669 (dal lunedì al venerdì, ore 10.00–12.00) oppure inviare una mail a eventi.anima@gmail.com indicando il proprio nome, cognome e numero di telefono.

Posti limitati
Costo per ogni serata: Euro 30+iva

Presentazione
I proverbi sopravvivono per secoli, a volte addirittura per millenni, semplicemente passando di bocca in bocca. Nessun'altra opera letteraria ha altrettanta vitalità: per durare, uno scritto richiede di essere pubblicato, conservato da specialisti e spiegato da esperti. I proverbi, invece, a volte si spiegano da soli, altre volte si tramandano anche tra persone che non li capiscono più. Noi siamo sicuri di avere ben compreso il senso di “Chi si loda s'imbroda”, o “Né di venere né di marte”, o di tanti altri proverbi che conosciamo fin da bambini? Vedremo, in queste serate, che anche i proverbi apparentemente più semplici hanno da dirci più di quel che pensiamo.

12 Feb 2020

DISOBBEDIENZA E CREATIVITÀ

(Gravesano - Svizzera)

Ventiquattro tecniche di “disobbedienza” ai condizionamenti,
studiate dai grandi teorici della creatività per destare ambizioni e talenti.
Il concetto da cui si parte è questo: se la ricerca di noi stessi si basa su ciò che già esiste allora non si scopre nulla, mentre se orientiamo la ricerca verso ciò che ancora non esiste allora possiamo scoprire qualcosa di molto interessante, di veramente inedito.
Ecco ripresi dal web alcuni passi di Igor Sibaldi sul concetto di "Disobbedienza e Creatività":
Creare, si sa, è aggiungere qualcosa a quel che c’è già. Ci riesce nel modo migliore chi è più insoddisfatto dell’esistente, chi vuole e pensa diversamente dagli altri e si sente stretto in quelle regole che agli altri sembrano necessarie e normali. Così, creatività e disobbedienza vanno di pari passo.

Creazione vuol dire letteralmente fare qualcosa che prima non c’era, non era neanche immaginabile, fare qualcosa di completamente nuovo. E questo può andare bene sia per le opere d’arte, sia per le idee, sia per i pensieri, ma quello che a me interessa di più in questo periodo è come affrontare un problema qualsiasi, un conflitto e trasformarlo in un’occasione di creatività. E’ molto emozionante. Se una persona ha un conflitto o un problema è un pò come se incontrasse un Angelo, e l’angelo-problema cosa dice: “Guarda, il mondo così come lo conoscevi prima è troppo piccolo per te, per cui le cose in quel mondo lì ti vanno male, l’unica cosa che puoi fare è creare un mondo più grande e trasformare completamente la tua vita e cercare delle cose nuove che non hai mai neanche immaginato”.

Dove e quando:
Presso PNL Evolution, giovedì 13 febbraio e giovedì 12 marzo, dalle 18:00 alle 22:00.

14 Feb 2020

INNAMORARSI E FARE INNAMORARE

(Milano)

“Ho sbagliato tutto.” Quante volte lo ripetiamo a noi stessi, pensando alla persona che amiamo, che ci fa disperare, gettandoci in uno sconforto che non conosce sollievo? Spesso le persone a noi vicine si lanciano in tentativi di analisi (dalla sindrome della crocerossina a “sei troppo buono, si approfitta di te”) che non ci conducono a niente, se non alla sublimazione del nostro dolore. È facilissimo trasformare una cosa bella come l’amore in uno strumento di sofferenza. 
Come?

Quando cadiamo nella trappola di un amore impossibile, innamorandoci di chi non ci corrisponde. Quando troviamo la persona giusta, ma abbiamo paura d’amare, di lasciarci andare e di “perdere la testa”. Oppure quando, finalmente, ci innamoriamo perdutamente di una persona che ci corrisponde, ma va tutto storto. La verità è che l’amore può mettere in moto energie molto potenti che ci fanno scoprire parti di noi che non conoscevamo, spaventandoci terribilmente.Lo sappiamo, è facile avere amori impossibili e infelici, difficile avere amori felici e di successo: ciò vale nelle idee, nella creatività, come nelle carriere. Invece l’amore è il più grande strumento a nostra disposizione per conoscere chi siamo davvero,  quindi non possiamo amare se non siamo curiosi di conoscere ciò che è nascosto dentro di noi. L’amore, infatti, può renderci “geniali” e creativi, occorre solo vincere la paura di scoprire chi potremmo diventare, cosa saremmo capaci di fare e dove potrebbe portarci la nostra piena realizzazione. Riuscirci significa cominciare all’improvviso a cambiare in meglio, a moltiplicare obiettivi e aspirazioni e a trovare la forza di raggiungerli: il vero innamoramento è questo.

Ed è anche la voglia di mettersi alla prova, di splendere, di piacere irresistibilmente, di fidarsi, innanzitutto, di se stessi: cose solitamente difficili, che per gli innamorati diventano facili, spontanee.

Si tratta di innamorarsi. E di far innamorare.

24 Feb 2020

I DESIDERI E L'ALBERO DELLA VITA

(Milano)

I DESIDERI E L'ALBERO DELLA VITA

Igor Sibaldi e le sue parole non richiedono preparazione ma apertura. L’apertura a voler seguire una via. Non una qualunque. La via dello splendore, dello stupore, dell’infinito mondo che aspetta solo di essere creato. È necessario solo e soltanto iniziare a desiderare. Perché, se si è sempre alla ricerca della felicità, certamente quello che c’è già non solo non basta, ma non ci va bene. Igor Sibaldi percorre le vie della Qabbalah per consentirci di cogliere come, “desiderare” prima e infine “volere”, permetta di creare un proprio mondo straordinario. Ogni passo, ogni parola è un’indicazione. Parlarne è davvero riduttivo. Crediamo di essere evoluti, ma in realtà l’evoluzione c’è stata solo nello scoprire e conoscere ciò che poche persone hanno scoperto, guardando oltre quello che già c’è. Noi altri abbiamo subito una involuzione decisa dai condizionamenti esterni, dalla religione, dallo Stato e da molte credenze generate da paure funzionali pur di non vedere quello che ancora non c’è. L’albero della vita ebraico ha un’immagine irregolare perché non deve rappresentare la realtà su di un piano, è imperfetta; non è un ragionamento, anche se lo si può considerare un algoritmo. È il programma secondo il quale si è svolta la creazione dei mondi; è il cammino che abbiamo percorso per raggiungere la forma attuale. Ma è anche un percorso di risalita, attraverso il quale si può rinascere partendo dal “desiderare”. Igor Sibaldi ci fa percorrere la discesa e la risalita dell’albero della vita in modo leggero ma mai banale, ironico e serio, accessibile a chiunque abbia il desiderio di aprirsi. Come lo stesso Sibaldi asserisce, per la Qabbalah non ci sono maestri e non ci sono allievi, la si può solo conoscere. "Quando fai ciò che fanno gli altri, tanti si congratulano con te, ma non per te. Sono contenti solo perché ti capiscono. E «capire» viene da «càpere» che significa «prendere», «tenere», «contenere». Ti capiscono: ti contengono, ti tengono. Loro e il loro mondo sono la tua prigione."
Igor Sibaldi

28 Feb 2020

INNAMORARSI E FARE INNAMORARE

(Torino)

“Ho sbagliato tutto.” Quante volte lo ripetiamo a noi stessi, pensando alla persona che amiamo, che ci fa disperare, gettandoci in uno sconforto che non conosce sollievo? Spesso le persone a noi vicine si lanciano in tentativi di analisi (dalla sindrome della crocerossina a “sei troppo buono, si approfitta di te”) che non ci conducono a niente, se non alla sublimazione del nostro dolore. È facilissimo trasformare una cosa bella come l’amore in uno strumento di sofferenza. 
Come?

Quando cadiamo nella trappola di un amore impossibile, innamorandoci di chi non ci corrisponde. Quando troviamo la persona giusta, ma abbiamo paura d’amare, di lasciarci andare e di “perdere la testa”. Oppure quando, finalmente, ci innamoriamo perdutamente di una persona che ci corrisponde, ma va tutto storto. La verità è che l’amore può mettere in moto energie molto potenti che ci fanno scoprire parti di noi che non conoscevamo, spaventandoci terribilmente.Lo sappiamo, è facile avere amori impossibili e infelici, difficile avere amori felici e di successo: ciò vale nelle idee, nella creatività, come nelle carriere. Invece l’amore è il più grande strumento a nostra disposizione per conoscere chi siamo davvero,  quindi non possiamo amare se non siamo curiosi di conoscere ciò che è nascosto dentro di noi. L’amore, infatti, può renderci “geniali” e creativi, occorre solo vincere la paura di scoprire chi potremmo diventare, cosa saremmo capaci di fare e dove potrebbe portarci la nostra piena realizzazione. Riuscirci significa cominciare all’improvviso a cambiare in meglio, a moltiplicare obiettivi e aspirazioni e a trovare la forza di raggiungerli: il vero innamoramento è questo.

Ed è anche la voglia di mettersi alla prova, di splendere, di piacere irresistibilmente, di fidarsi, innanzitutto, di se stessi: cose solitamente difficili, che per gli innamorati diventano facili, spontanee.

Si tratta di innamorarsi. E di far innamorare.

Please reload

 
 
 
 
 
 
 

EVENTI Marzo